Teatro La Fenice di Venezia
 Archivio storico

Ricerca in tutto l'Archivio
Autore del testo letterario
Sografi Simone Antonio
Padova, 29 Luglio 1759 - Padova, 4 Gennaio 1818
Compositore
Cimarosa Domenico
Aversa, 17 Dicembre 1749 - Venezia, 11 Gennaio 1801

Gli Orazi e i Curiazi

tragedia per musica in tre atti (sc 12, 12, 5), di Sografi Simone Antonio, musica di Cimarosa Domenico
Luogo di rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice
Data : Lunedì 26 Dicembre 1796
Stagione: Stagione di Carnevale
Turno: 0
PersonaggiInterpreti
1. Oracolo N.  
2. Tullo Ostilio Odoardo Caprotti 
3. Mezio Suffezio Antonio Mangino 
4. Publio Orazio Giuseppe Desirò 
5. Marco Orazio Matteo Antonio Babini 
6. Orazia Giuseppa Grassini 
7. Due altri Orazi N. N. 
8. Curiazio Girolamo Crescentini 
9. Due Curiazi N. N. 
10. Sabina Carolina Maranesi 
11. L'Augure sommo Fantino Mori 
12. Licinio Francesco Rossi 
13. Il sacerdote di Giunone Filippo Fragni 
14. Senatori Romani  
15. Albani  
16. Auguri  
17. Popolo  
Responsabili 
Scenografo Antonio Mauro 
Costumista Abramin Greco 
Costumista Baldissera Majani 
Libretto:

Gli Orazi e i Curiazi. Tragedia per musica del signor Antonio Sografi poeta del nobilissimo teatro La Fenice e del teatro comico Sant'Angelo composta per il teatro sudetto per il carnovale 1797, In Venezia, Nella Stamperia Valvasense, s.d., 70 pp., 16 x 11 cm, Dramm. 43; Id., 17 x 11,5 cm, Dramm. 44


Mutazioni di scene:

I.1: Atrio esteriore del Tempio di Giano con porta laterale aperta che introduce nel Tempio stesso, e che a suo tempo si chiude. I.5: Vastissima pianura tutta circondata all'intorno di magnifiche fabbriche tra le quali il palagio degli Orazj. Porta Capena nel fondo, che supponesi condurre alla Città d'Alba la quale si vede nel prospetto situata sopra il Colle Albano. Altri Edificj profani e sacri abbelliscono il rimanente della scena. I.6: Atrio interiore del palagio degli Orazj. I.9: Magnifico portico nel palagio, che introduce ad un Tempio domestico adornato di ghirlande per la festa nuziale d'Orazia. II.1: Atrio interiore del palagio degli Orazi. II.4: Campo Marzio. Con veduta delle due città di Alba e Roma poste dirimpetto l'una all'altra lateralmente, e porta parimenti laterale di Roma. II.8: Boschetto ristretto ed ameno consacrato da Numa alle Muse con cadute d'Acque limpide ec. per cui si passa all'ingresso dell'antro degli Oracoli nell'Aventino.


©2004/2021 - Teatro La Fenice - P.IVA 00187480272 - Tutti i diritti riservati Fondazione Teatro La Fenice - San Marco 1965 - 30124 Venezia