Teatro La Fenice di Venezia
 Archivio storico

Ricerca in tutto l'Archivio
Autore del testo letterario
Sertor Gaetano
1805
Compositore
Bianchi Francesco
Cremona, 1752 - Hammersmith, 27 Novembre 1810

Tarara ossia la virtù premiata

dramma per musica in tre atti (sc 13, 11, 6), di Sertor Gaetano, musica di Bianchi Francesco
Luogo di rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice
Data : Mercoledì 26 Dicembre 1792, ore 20:30
Stagione: Stagione di Carnevale
Turno: 0
PersonaggiInterpreti
1. Atar Giacomo David 
2. Tarara Gasparo Pacchierotti 
3. Astasia Brigida Giorgi Banti 
4. Osmino Giuseppe Benigni 
5. Zelima Marianna Sessi 
6. Arteneo Bartolomeo Morelli 
7. Altamoro Luigi Zambelli 
8. Ursone Francesco Gafforin 
9. Elamir Gafforin 
10. Due Schiavi N. N. 
11. La Felicitá Marianna Sessi 
12. La Virtú Gafforin 
13. Sacerdoti, Ministri, e Fanciulli Augurali inservienti al Tempio di Brama  
14. Emiri, Visiri, e Favoriti, Schiavi, e Schiave del Serraglio, e Bostangi  
15. Guardie, Soldati, e Popolo  
Responsabili 
Scenografo Antonio Mauro 
Costumista Giovanni Monti 
Libretto:

Tarara o sia la virtù premiata. Dramma per musica del sig. abate Gaetano Sertor Da Rappresentarsi nel nobilissimo nuovo teatro La Fenice Nel Carnevale dell'Anno 1793, In Venezia, s.e., MDCCXCII, 48,19 pp., 17 x 11 cm, Dramm. 6; Id., 48 pp., 17 x 11 cm, Dramm. 7


Mutazioni di scene:

I.1: Gran Sala nel Palazzo d'Atàr. I.9: Appartamento d'Astasia vagamente ornato di ricchi tappeti, e vasi di fiori. All'intorno diversi Sofà. I.11: Pubblica Piazza d'Ormùs, con prospetto del Tempio di Brama nel fondo, che poi si apre. I.12: La Decorazione, che rappresentava il prospetto del Tempio, vien levata, e si scopre l'interno del Tempio, il quale resta formato dal principio fino al fondo della Scena. Trono da un lato; ed accanto ad esso Tavolino con sopra distintivo militare, e bastone del comando. I.13: Gran Marcia. II.1: Stanze terrene. II.3: Il Teatro rappresenta un Giardino del Serraglio illuminato in tempo di notte. A destra sul davanti vi è un gran Sofà sotto ricco baldacchino, ed accanto Tavolino con sopra un superbo diadema. L'appartamento d'Astasia è sulla sinistra, ma non si vede. II.8: Interno dell'Appartamento d'Astasia, guarnito di Sofà, e di ricchi mobili Orientali. III.1: Il Teatro rappresenta un gran Cortile interno situato fra il Tempio di Brama, ed il Palazzo d'Atàr, corrispondente alla pubblica Piazza d'Ormùs. Sull'ingresso si vedono alcune Guardie, ed il Recinto di detto Cortile è chiuso da cancellate di ferro, alcune delle quali sono praticabili; ed attraverso delle medesime si scoprono dei Colonnami, che sostengono delle volte, le quali danno comunicazione agli adiacenti edifizj. Nel mezzo vi è un Rogo, ed a piè di esso un gran ceppo. All'intorno si vedono catene, mannaje, asce, collane di ferro, mazze ferrate, ed altri istrumenti d'un supplizio. Sul d'avanti, da una parte vi è un Baldacchino, con Sofà per Atàr.


©2004/2021 - Teatro La Fenice - P.IVA 00187480272 - Tutti i diritti riservati Fondazione Teatro La Fenice - San Marco 1965 - 30124 Venezia