Teatro La Fenice di Venezia
 Archivio storico

Ricerca in tutto l'Archivio
Autore del testo letterario
Piave Francesco Maria
Murano (Venezia), 18 Maggio 1810 - Milano, 5 Marzo 1876
Compositore
Verdi Giuseppe
Roncole di Busseto (Parma), 10 Ottobre 1813 - Milano, 27 Gennaio 1901

Aroldo

opera in quattro atti (sc 8, 7, 7, 6) di Francesco Maria Piave, musica di Giuseppe Verdi
Luogo di rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice
Data : Sabato 20 Febbraio 1858, ore 20:00
Stagione: Stagione di Carnevale-Quaresima
Prima assoluta: Rimini, Teatro Nuovo, 16.VIII.1857
PersonaggiInterpreti
1. Aroldo
     cavaliere sassone
Emilio Pancani 
2. Mina
     di lui moglie, figlia di
Luigia Bendazzi 
3. Egberto
     vecchio cavaliere vassallo di Kenth
Gaetano Ferri 
4. Briano
     pio Solitario
Giovanni Battista Cornago 
5. Godvino
     cavalier di ventura ospite d'Egberto
Salvatore Poggiali 
6. Enrico
     cugino di Mina
Felice Peranzoni 
7. Elena
     sua cugina
Carlotta Zambelli 
8. Jorg
     servo d'Aroldo che non parla
N. N. 
Responsabili 
Scenografo Giuseppe Bertoja 
Costumista Davide Ascoli 
Maestro concertatore e Direttore d'orchestra Carlo Ercole Bosoni 
Libretto:

Aroldo. Libretto in quattro atti di F. M. Piave musica del maestro Giuseppe Verdi Ufficiale della Legion d'Onore da rappresentarsi al Gran Teatro la Fenice in Venezia il Carnevale-Quaresima 1857-58, Milano, Tito di Gio. Ricordi, s.d., 32 pp., 18 x 11 cm, Dramm. 679.


Mutazioni di scene:

I.1: Salotto nella dimora d'Egberto. Gran finestra nel mezzo fuor della quale si vedranno i merli del castello. Sonvi porte laterali, tavola coll'occorrente per iscrivere, sedie, ecc. I.7: Fuga di sale illuminate a gran festa. Nella prima sonvi mobili dell'epoca, sopra uno de' quali è un libro chiuso da fermaglio con chiave. II.1: Antico cimitero del castello di Kenth. Nel centro è una croce con gradini; a destra la porta d'un tempio internamente illuminato, a cui si ascende per grandiosa scalea; a sinistra più in fondo si vede il castello. La luna fiocamente rischiara le sparse tombe qua e là ombreggiate da secolari cipressi. Una tra quelle è recente.


Note:

Solo atto III: scena e aria d'Egberto con atto IV: 25 febbraio.


©2004/2021 - Teatro La Fenice - P.IVA 00187480272 - Tutti i diritti riservati Fondazione Teatro La Fenice - San Marco 1965 - 30124 Venezia